Come stampare le materie plastiche

plastica 1649421909

Il processo di stampaggio di materie plastiche si è raffinato nel corso del tempo e ha portato ad una produzione massiva di prodotti che hanno rivoluzionato il mercato.

Stampaggio di materie plastiche

Il processo di stampaggio di materie plastiche si è raffinato nel corso del tempo e ha portato ad una produzione massiva di prodotti che hanno rivoluzionato il mercato. Quando si parla di prodotti plastici, infatti, non ci si riferisce solo a oggetti ma anche al packaging come i blister, le confezioni e le buste.

Questo tipo di procedura permette anche di realizzare prototipi, e creare prodotti innovativi a partire da un semplice disegno tecnico. Dal punto di vista evolutivo, si tratta di un meccanismo rivoluzionario che ha contribuito alla possibilità di distribuire su larga scala prodotti, farmaci e alimenti, ma anche di conservare questi ultimi attraverso appositi contenitori definiti tupperware, che sono fatti proprio grazie a questo processo.

Come funziona

Il processo di stampaggio di materie plastiche richiede macchinari ad hoc, in particolare, richiede un tipo di macchina a iniezione, capace di modellare la plastica su stampo e in base a un disegno.

Il macchinario a iniezione normalmente è composto da un piano fisso, da colonne e da un piano di iniezione. La plastica viene inserita nel processo e scaldata nel piano di iniezione, grazie a questo tipo di lavorazione di tipo termoplastico, il materiale diventa malleabile e modellabile. Interviene quindi la pressione esercitata dal piano di iniezione che si misura in tonnellate e che determina il volume.

Ogni macchinario a iniezione può produrre un determinato tipo di materia plastica, il limite non è nella stampa quanto nelle dimensioni complessive, lunghezza e larghezza del pezzo finale.

Aziende

Ci sono molte aziende specializzate nello stampaggio di materie plastiche, è importante però affidarsi a imprese con una solida esperienza ed un know-how specializzato.

Il processo di stampaggio di materie plastiche, infatti, richiede ottime capacità di valutazione del progetto, il macchinario si occupa del prodotto finito ma la progettazione deve tener conto della pressione adatta, delle dimensioni e della sottigliezza delle parti in modo da non inficiarne la resistenza.

Per valutare le esigenze richieste dallo specifico tipo di prodotto che si vuole realizzare, prima di affidarsi direttamente ad un’azienda, l’ideale è valutare le competenze dei tecnici, in modo da fare un’attenta selezione. Una delle aziende più competenti è www.scepsironi.com e può essere senz’altro utile per chi cerca di valutare la fabbricazione di un prodotto, consultare il loro sito e contattare i tecnici specializzati per capire quale tipo di macchinario si adatti meglio e in che modo realizzare la propria idea senza incorrere in sprechi o errori.

Quali materiali si possono stampare

I materiali che possono essere utilizzati per i prodotti realizzati con stampaggio sono molti; infatti, le materie plastiche hanno il vantaggio di essere particolarmente malleabili e variate.

In particolare, policarbonato, poliammidi aromatici, poliammide, PPS, ABS, Ryton, PP, Rynite Autoestinguente, PEEK, gomme termoplastiche, resine acetaliche, Nylon.

È possibile anche effettuare il co-stampaggio e quindi il montaggio di diverse parti aggiunte ad una principale creando un prodotto complesso.

Quali settori utilizzano lo stampaggio di materie plastiche

I settori che fanno uso di questo tipo di tecnica sono moltissimi, infatti viene utilizzato nel biomedicale, basti pensare ai blister ma anche alle parti gommate dei macchinari di diagnostica specialistica. Si utilizza poi per la produzione di elettrodomestici, ad esempio i cuscinetti delle lavatrici o i pulsanti di accensione. Altri settori in cui lo stampaggio di materie plastiche è fondamentale per la produzione sono:

– Illuminotecnico, per la realizzazione di plafoniere, scatole ad incasso e supporti

– Elettrico, per la realizzazione dei quadri elettrici ma anche degli sportelli e della componentistica minuta

– Automotive, per gli interni in materiali plastici termoformati

– Altri settori quali tessile, pulizie industriali, ventole ed aeratori

Dimensioni

Lo stampaggio di materie plastiche può essere fatto sia per prodotti di dettaglio, quindi piccoli e delicati, sia per oggetti di grosse dimensioni, può variare quindi non solo il materiale ma anche il tipo di proporzione e resistenza.