Come scegliere un sanificatore d’aria

aria 1654525068

Un purificatore d’aria è utile per i soggetti che mostrano patologie respiratorie, come l’asma, dovuta soprattutto a reazioni allergiche. Grazie ad un sistema composto da filtri, il depuratore aspira l’aria circostante, la purifica e la reimmette in circolo sanificata.

Funzionamento di un sanificatore d’aria

Come già accennato precedentemente, un depuratore d’aria incamera aria nociva, la purifica e la reimmette in circolo. Vediamo ora nello specifico il funzionamento. I sanificatori d’aria sono composti da uno o più filtri che trattengono sostanze tossiche. Ogni tipologia di filtro intrappola sostanze differenti. Più filtri si trovano all’interno dell’apparecchio, più l’aria ne esce purificata.
La tipologia dei filtri varia a seconda dell’utilizzo.

Filtro HEPAI sanificatori dotati di filtri HEPA arrivano a trattenere microparticelle organiche di polvere, acari, polline, peli di animale.

Filtro ai carboni attivi

Quando è necessario depurare l’aria da gas nocivi, fumi, sostanze chimiche, allora si è più propensi ad utilizzare i filtri ai carboni attivi, precedente utilizzati per le maschere antigas, tutt’ora in dotazione nelle maschere ad aria dei vigili del fuoco. Nelle nostre abitazioni sono richiesti per purificare l’aria dal fumo delle sigarette o da quello prodotto mentre si cucina.

Ionizzatore

Non è un vero e proprio filtro, ma è un sistema elettrostatico per catturare le particelle. Lo ionizzatore immette particelle caricate positivamente che vanno ad attaccarsi a quelle negative delle sostanze inquinanti, eliminandole così dalla circolazione.

Non è molto usato, in quanto il procedimento genera ozono, nocivo all’uomo se è presente in quantità ingenti.

Come scegliere un sanificatore d’aria

Scegliere un sanificatore d’aria non è affatto una banalità: dovrai prendere in considerazione diversi fattori. Per avere maggiori informazioni visita il sito www.migliorpurificatorearia.it
LocaliPer prima cosa bisogna valutare quali locali dovrai depurare: se la sanificazione avviene in un solo locale, sceglilo della capacità ideale, e possibilmente fisso. Se invece devi trattare più ambienti, è consigliabile acquistarne uno maneggevole, che si possa spostare facilmente, possibilmente dotato di ruote.

Potenza e consumo

La scelta della potenza deve essere proporzionale alle dimensioni del locale da depurare.

Per esempio, un purificatore studiato per essere efficiente in 20mq, non può avere gli stessi risultati se messo al servizio in una stanza di cento mq, e viceversa. Ovviamente, maggiore sarà la potenza, uguale sarà per il consumo. Ma i watt consumati dipendono anche dal filtro usato per il sanificatore.

Inquinamento acustico

I depuratori d’aria funzionano tramite una ventola che emette rumore: se non supera i 20 decibel, ossia l’equivalente di un respiro umano, è ideale per piccoli ambienti.
Purtroppo i modelli più silenziosi, richiedono un costo maggiore, perché costruiti con materiali di alta qualità.

Accessori

Esistono sul mercato diversi modelli di depuratori d’aria, da quelli base a quelli accessoriati. Alcuni hanno una luce incorporata per la cromoterapia, o la possibilità di diffondere oli essenziali per l’aromaterapia.
I più efficienti sono quelli con funzione di umidificatore e deumidificatore: un ambiente non deve essere né troppo umido né troppo secco. Questo implemento al purificatore mantiene l’aria salubre e facilita la respirazione.

Prezzo

Un depuratore economico non sempre soddisfa appieno i bisogni. Scegliere una miglior purificazione grazie ai filtri HEPA comporta una spesa maggiore perché viene richiesta una sostituzione periodica dei filtri.

Anche il consumo energetico influisce sul prezzo d’acquisto. Se si vuole risparmiare sulla bolletta, bisogna optare per purificatori di classe A, meno economici rispetto a quelli di classe più bassa.

Quando non puoi aprire le finestre per far cambiare aria alla stanza, il sanificatore d’aria viene in tuo aiuto. Non solo smaltisce i residui di anidride carbonica che si formano nelle ore notturne, ma elimina batteri, polvere ed altri residui nocivi che minano la nostra salute, soprattutto in caso di problemi respiratori.